martedì, 16 Luglio , 2024
Prima PaginaNotizie Da Tutti i CircoliLa rinascita del golf italiano: Piemonte e Lazio, 7 club tra i...

La rinascita del golf italiano: Piemonte e Lazio, 7 club tra i primi 10

In un’Italia in piena rivalutazione golfistica, due regioni spiccano prepotentemente: il Piemonte e il Lazio. L’ultimo annuncio della classifica dell’industria del golf conferma sette dei loro circoli tra i dieci migliori del Bel Paese, con la corona del primo posto assegnata al nuovo faro del golf italiano, il Royal Park I Roveri. Un nuovo scenario del golf sta emergendo in Italia.

La sorprendente affermazione del Piemonte nel golf nostrano

golf italiano 02 IL CIRCOLO DEL GOLF

Le pittoresche colline e la ricca storia del Piemonte, già celebri in tutto il mondo, ora si arricchiscono di una nuova, prestigiosa nota: il suo golf di alto livello. Il Royal Park I Roveri, posto come un gioiello nel contesto del Parco Naturale della Mandria, offre due percorsi da 18 buche e una gamma di servizi da club di alto livello, che includono un ristorante gourmet e strutture di allenamento all’avanguardia. Non è un caso che sia diventato la stella nascente del golf italiano.

Ma il Piemonte non si esaurisce nel Royal Park I Roveri. Altri tre circoli della regione si sono fatti spazio nella top ten della classifica nazionale. Il Golf Club Biella “Le Betulle”, un luogo incantevole che unisce bellezza naturale e design impeccabile, si colloca al secondo posto in Italia. Il Circolo Golf Torino, un club storico con un’esperienza di golf di livello internazionale, conquista la sesta posizione a livello nazionale. Infine, con fairway ben curati e vedute panoramiche mozzafiato, il Golf Club Castelconturbia si piazza al settimo posto.

La classifica, tuttavia, non dimentica gli altri importanti circoli italiani, nell’ordine dal terzo classificato: Villa D’Este, Olgiata Golf Club, Verdura (Campo Est), Verdura (Percorso Ovest), Roma Acquasanta e Golf Nazionale di Sutri. Questi club, distribuiti in diverse regioni italiane, tra cui ben tre circoli del Lazio nei primi dieci, confermano la crescente popolarità e la qualità del golf in tutto il Paese.

L’affermazione del Lazio nel panorama golfistico italiano

La classifica dell’industria del golf non solo ha evidenziato la dominanza del Piemonte, ma ha anche messo in risalto la forte presenza del Lazio. Questa regione, celebre per la sua ricca storia e la bellezza dei suoi paesaggi, ha tre dei suoi club che brillano nella top ten, evidenziando una crescita significativa nella sua offerta golfistica.

05
Una veduta del campo dell’Olgiata Golf Club

In particolare, l’Olgiata Golf Club si distingue come uno dei gioielli del Lazio, quarto Circolo in Italia e tra i 100 campi di golf migliori di tutta Europa. Situato nel cuore della campagna romana, l’Olgiata offre un’esperienza golfistica che combina magnifici paesaggi con un percorso impegnativo e ben progettato. Con due percorsi da 18 buche, l’Olgiata offre una sfida unica e variegata, adatta sia ai golfisti esperti che a quelli amatoriali. Le strutture del club, tra cui una elegante club house e un’area di allenamento di alta qualità, contribuiscono a creare un’esperienza golfistica completa e indimenticabile.

Il Golf Club Nazionale di Sutri, anch’esso situato nel Lazio, è noto per il suo design straordinario e le sue strutture all’avanguardia. Questo club offre un percorso che mescola perfettamente sfida e bellezza, con fairways curati e greens veloci che si snodano tra colline e boschi.

image 8

Infine, il Roma Acquasanta, uno dei club più antichi d’Italia, rappresenta la perfetta fusione di storia, tradizione e golf di alta qualità. Situato ai piedi delle colline dei Castelli Romani e con vista sulle rovine dell’Acquedotto Romano, il Roma Acquasanta offre un’esperienza unica, dove passato e presente si incontrano sul green.

Questi tre club, con la loro varietà di esperienze e la loro eccellente qualità, evidenziano la forza e la diversità dell’offerta golfistica del Lazio, rendendo la regione una destinazione sempre più popolare per i golfisti di tutto il mondo.

Un anno di svolta per il golf italiano

Il 2023 si prospetta come un anno di svolta per il golf italiano. Con l’evento mondiale della Ryder Cup in programma al Marco Simone Golf & Country Club a fine settembre nel nostro Paese, l’Italia sta lavorando per migliorare e rinnovare le strutture e i servizi offerti dai club di golf, consolidando la sua posizione come destinazione golfistica di primo piano.

image 9
Una veduta del Marco Simone

Ma la Ryder Cup è solo l’inizio. L’Italia, con la sua ricca storia e la sua incantevole bellezza naturale, offre un panorama golfistico eccezionale e unico. Da nord a sud, i club italiani si distinguono per l’eleganza delle loro strutture, l’ospitalità calorosa e la qualità del gioco.

Ma l’Italia non è solo golf. I club italiani offrono un’esperienza completa che unisce la passione per il gioco alla bellezza dei luoghi, all’accoglienza calorosa e alla cucina squisita. Questo mix unico rende il golf italiano una gemma preziosa nel panorama internazionale.

In questo contesto, l’Italia sta emergendo come una destinazione golfistica di primo piano. Il Bel Paese, amato da sempre per la sua cultura, il cibo e i panorami mozzafiato, ora si arricchisce di una nuova dimensione che attrae appassionati e professionisti da tutto il mondo: il golf.

Quindi, perché scegliere l’Italia oggi per giocare a golf? Per l’ineguagliabile bellezza dei suoi campi, per l’ospitalità calorosa dei suoi club, per la ricchezza della sua cultura e della sua cucina. E, naturalmente, per l’opportunità di giocare in alcune delle strutture golfistiche più belle e apprezzate del mondo. Con la Ryder Cup come trampolino di lancio, il 2023 si profila come l’anno in cui l’Italia ha finalmente conquistato il suo posto nel panorama golfistico mondiale.

Certamente, la nuova classifica dei migliori club a livello globale sottolinea il ruolo sempre più importante dell’Italia, e in Italia del Piemonte e del Lazio. Con il suo mix di percorsi di alta qualità, servizi eccellenti e paesaggi mozzafiato, l’Italia è destinata a diventare una meta imperdibile per tutti gli appassionati di golf. E con il Royal Park I Roveri in cima alla lista, il futuro del golf nel Bel Paese non è mai stato così luminoso.

La Redazione
La Redazionehttp://circolodelgolf.it
La Redazione de Il Circolo del Golf Magazine
ARTICOLI CORRELATI
- Advertisment -

Più Popolari

- Advertisment -