martedì, 16 Luglio , 2024
Prima PaginaNotizie Da Tutti i CircoliUgolino Golf Club: storia, bellezza e tradizione del golf a Firenze

Ugolino Golf Club: storia, bellezza e tradizione del golf a Firenze

Nel cuore della Toscana, dove arte, storia e natura si fondono in un connubio di bellezza ineguagliabile, sorge l’Ugolino Golf Club, un’autentica perla nascosta nel verde delle colline fiorentine. Fondato nel lontano 1889 grazie alla colonia inglese che realizzò il primo percorso di 18 buche sui terreni dei Principi Demidoff a nord di Firenze, il club si trasferì poi nel 1934 sulle colline alle porte del Chianti, dando vita al glorioso Ugolino Golf Club che da allora rappresenta il Golf a Firenze.

Una storia illustre

Oltre ad aver avuto tanti campioni tra dilettanti e professionisti, l’Ugolino è stato teatro di numerosi Open Internazionali. Spicca su tutti l’Open d’Italia del 1983, il 40° per l’esattezza, che rimane il più avvincente torneo mai svolto in Italia. Fu vinto da Bernard Langer in un appassionante play-off con Ballesteros e Ken Brown, e vide la partecipazione del gotha del golf internazionale, tra cui Greg Norman, Sam Torrance, Pinero, Canizares e Lyle, oltre ai nostri Costantino Rocca e Baldovino Dassù.

Ricco di storia sportiva, nel 2009 l’Ugolino Golf Club fu insignito della Medaglia d’Oro al Merito Sportivo dal CONI, che consegnò al Circolo il vessillo olimpico. Tre grandi personaggi dell’Ugolino, Baldovino, Federica Dassù e Franco Rosi, sono stati inclusi nella Hall Of Fame del Golf Italiano, rendendo onore al contributo da loro dato allo sviluppo del Golf Italiano e per i grandi meriti sportivi conseguiti.

Il 1 maggio 1983, durante l’ultimo giro dell’Italian Open, Severiano Ballesteros realizzò un’impresa memorabile alla buca 9, un par 5 di 450 metri, segnando un eagle che gli consentì di accedere al playoff, poi vinto da Langer. Una placca commemorativa ricorda il luogo da cui fu giocato il magnifico approccio.

Uno dei migliori club italiani

Il Circolo dell’Ugolino, con il suo percorso tecnico, delicato, storico e impareggiabile, è un gioiello d’altri tempi, un piccolo paradiso naturale alle porte di Firenze. La Clubhouse, progettata dall’architetto Gherardo Bosio e vincolata dai Beni Culturali, si integra perfettamente nel paesaggio circostante, così come la piscina, anch’essa progettata da Bosio in collaborazione con Pier Luigi Nervi.

Orgoglioso di rappresentare la storia del golf a Firenze, l’Ugolino Golf Club è impegnato nella promozione dello sport tra i giovani, con iniziative come il “Circolo dei Giovani” per bambini a partire dai sei anni. La presidente Camilla Tolomei, eletta per la terza volta, è pronta ad affrontare il suo terzo mandato alla guida del glorioso club fiorentino, con l’obiettivo di diffondere la bellezza e i valori del golf e di rendere il club ancora più accogliente e moderno.

Nel nuovo triennio, il Circolo del Golf dell’Ugolino si concentrerà sul completamento dell’importante intervento sull’impianto di irrigazione, che riguarda le ultime 5 buche, dalla 13 alla 17. Inoltre, sono previsti due interventi per migliorare ulteriormente il campo: la realizzazione di drenaggi nelle buche più critiche, in particolare la 2, la 9 e la 18, e il rifacimento dei bunker per renderli più omogenei.

Un’esperienza di golf immersiva

Il golf all’Ugolino è molto più di uno sport d’élite. Si tratta di un’esperienza immersiva nella natura, un modo per mantenersi in forma e un’occasione per imparare a essere corretti con gli altri e con se stessi. Con un panorama mozzafiato e un percorso unico nel suo genere, il Circolo dell’Ugolino è una vera e propria scuola di vita, pronta ad accogliere sia i veterani che i neofiti del golf.

Tante le personalità che sono passate dal Circolo, dalla regina d’Olanda con il principe Claus a Severiano Ballesteros all’Open d’italia del 1983, uno dei giocatori europei più famosi di tutti i tempi, fino a Diego Armando Maradona. Tutte visite che danno lustro a questo paradiso naturale, che Firenze può vantare.

L’Ugolino Golf Club è un vero gioiello alle porte di Firenze, un luogo in cui la storia del golf e la tradizione italiana si incontrano per offrire un’esperienza unica ai suoi soci e visitatori. Con il suo impegno nella promozione dello sport tra i giovani e gli investimenti nelle infrastrutture, il Circolo è destinato a crescere e a continuare a rappresentare la storia e l’eccellenza del golf a Firenze e in Italia. Noi del Circolo del Golf continueremo a dare notizie, curiosità e raccontare le storie legate a questo straordinario club italiano.

Paul Fasciano
Paul Fascianohttp://www.circolodelgolf.it
Paul k. Fasciano è un Mental Coach prestato al mondo del golf e della comunicazione. E' anche Consulente, Editore e Autore. EMCC Ambassador.
ARTICOLI CORRELATI
- Advertisment -

Più Popolari

- Advertisment -